Crespelle di riso

Ingredienti

  • Un litro di latte
  • 300 g di riso
  • 200 g di miele
  • 150 g di farina 00
  • 60 g di zucchero semolato
  • 20 g di lievito di birra
  • Scorza grattugiata di un’arancia e di un limone
  • Un cucchiaino di sale
  • Zucchero a velo q.b.
  • Olio per friggere

Preparazione

Portare a bollore il latte. Aggiungere il sale, versarvi il riso e cuocere a fiamma bassa fino a quando il latte non verrà completamente assorbito dal riso.

20160926_133519

Togliere quindi il riso dal fuoco e, una volta tiepido, aggiungervi la farina, lo zucchero, le scorze grattugiate dell’arancia e del limone e il lievito sciolto in un po’ di acqua calda. Impastare per bene, coprire con una pellicola e lasciare lievitare per un paio d’ore.

Una volta che il preparato delle crespelle di riso sarà lievitato, staccare dei tocchetti da esso e modellarli in tanti cilindretti spessi quasi un dito e lunghi 4-5 cm.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Friggere le crespelle di riso a fuoco basso in abbondante olio caldo, rigirandole di tanto in tanto fino a farle ben dorare, e riporle su carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso.

20160926_150844

Quindi trasferire le crespelle di riso su di un piatto da portata e versarvi sopra il miele caldo e dello zucchero a velo.

20160926_153637_richtonehdr20160926_153622

Crema di zucchine al peperoncino

Cari amici,

oggi Cook&Comics ha provato a realizzare una bella crema di zucchine al peperoncino piccante….buonissima sulle tartine, sulla carne e sulla pasta!

20160923_153840_richtonehdr

INGREDIENTI

2 o 3 Zucchine

3 o 4 Pomodori

150 gr di peperoncino fresco

una manciata di capperi

4 olive nere

1 spicchio d’aglio

olio q.b.

aceto bianco

sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Tagliate le zucchine per la lunghezza ottenendo delle strisce strette e lunghe, pulite i pomodori svuotandoli della polpa, pulite anche i peperoncini privandoli dei semi;

nel frattempo riempite una pentola per metà di acqua e metà di aceto, aggiungete un po’ di sale, portatela ad ebollizione e tuffateci le zucchine, i pomodori, i peperoncini, i capperi e le olive.
20160923_155824
Fate cuocere  a fuoco vivace fino a quando le zucchine non saranno morbidissime.
Per regolarvi, provate a bucarle in più punti con una forchetta.

A questo punto lasciate raffreddare in uno scolapasta, in modo da far sgocciolare tutta l’acqua, strizzate bene con le mani e quindi condite con pepe, aglio, olio e sale. Amalgamate il tutto. Passatele al mixer, noi abbiamo usato il frullatore ad immersione, fin quando otterete una crema morbida e omogenea.

Ora potete riporla nei vasetti ( io ne ho sterilizzati due che avevo a casa in microonde), ricoprite d’olio fino all’orlo dei barattoli e conservate in un luogo fresco.
Una volta aperta, va messa in frigo e va aggiunto l’olio ogni volta che la usate!

20160923_174035_richtonehdr

 

Scacce ragusane

Oggi ci siamo cimentati nella preparazione delle famose Scacce, tipiche focacce della provincia di Ragusa, la scelta dei condimenti varia molto a seconda dei gusti, della zona e della stagione. Si posso trovare molte ricette, ma la tradizione vuole che la ricetta si tramandi di madre in figlia e suggerisce di imparare guardando le altre donne preparare questo piatto, noi l’abbiamo imparata guardando la nostra nonna. Noi vi proponiamo la variante con prezzemolo, pomodoro e caciocavallo ragusano dop.

 

Per l’impasto di 4 scacce:

500 gr di farina di grano duro
3 cucchiai di olio
1/2 panetto di lievito
1 cucchiaio raso di sale
Acqua q.b.

Per il condimento:

300g di estratto di pomodoro
Prezzemolo fresco tritato 1 mazzetto
1 cucchiaino di zucchero
300 gr di caciocavallo ragusano dop
Olio d’oliva
Sale, pepe


PREPARAZIONE

La pasta delle scacce viene fatta con farina di grano duro, un pizzico di sale, un cucchiaio di olio d’oliva e un po’ d’acqua, il tutto impastato con lievito di birra.
Con l’aiuto del mattarello (lasagnaturi in dialetto) si tira la sfoglia sulla classica spianatoia (scaniaturi) fino a quando non diventa molto sottile; è importante che sia sottile perché la pasta non deve coprire il sapore del condimento.

Si versa sulla sfoglia il condimento in maniera uniforme e si condisce ancora con un filo d’olio crudo. La sfoglia viene ripiegata su se stessa, spennellata con un po’ d’olio d’oliva, bucherellata con una forchetta (per permettere la fuoriuscita del vapore che si forma durante la cottura) e messa in forno per circa mezz’ora a 200 gradi.

La scaccia ha forma rettangolare. Il lato più lungo è quello che viene piegato; il lato corto, prima dell’infornata, viene chiuso con la pressione delle dita della mano, questa operazione da’ alla scaccia una forma d’arte.

Arancini Siciliani #arancinotto

Oggi abbiamo testato il famosissimo ARANCINOTTO!! Ebbene si, FUNZIONA DAVVERO!!! Allora

bando alle ciance e via con la ricetta degli ARANCINI SICILIANI perfetti grazie a questo ingegnosissimo strumento!!

INGREDIENTI
Ingredienti :

– 1 Kg di riso (noi, di solito, usiamo 500 gr della varietà Roma e 500 gr di Originario)

– 2,5 litri di acqua

– 200 grammi burro

– 20 grammidi sale 20 grammi di dado

– 2 bustine di zafferano
Procedimento per il riso:

Mettere gli ingredienti in una capiente pentola, possibilmente antiaderente, tutto insieme. Quando comincia a bollire aggiungere il riso, mescolare una prima volta e attendere che riprenda a bollire, rimescolare e abbassare il fuoco senza mescolare più, fintanto che il riso non avrà assorbito tutta l’acqua, quindi rovesciare il contenuto della pentola in una teglia (placca) o altro largo contenitore.
Nel frattempo preparate il ragù.

Ingredienti per il ragù:

– 1 cipolla

– 1 carota

– 1 gambo di sedano

– 2 foglie d’alloro

– un pizzico di chiodi di garofano in polvere

– 250 grammi di tritato suino

– 250 grammi di tritato bovino

– mezzo bicchiere di vino bianco

– 2 cucchiai di concentrato di pomodoro

– 200 grammi di piselli surgelati

– sale quanto basta

– pepe quanto basta
Si possono fare anche con besciamelle e spinaci, besciamelle con piselli e bacon, besciamelle e funghi. L’importante è che il condimento sia denso, non troppo liquido,  altimenti l’arancina si romperebbe, sia se fatte con lo stampo che fatte a mano.
Procedimento :

In un tegame largo mettere la cipolla ,la carota e il gambo di sedano tritati finemente con un filo d’olio (e.v.o.). Fare andare a fuoco lento. Dopo qualche minuto versare la carne suina e la carne bovina e farla rosolare. Quando la carne sarà rosolata alzare la fiamma, sfumare col vino bianco e fare evaporare. Aggiungere l’alloro e la polvere dei chiodi di garofano quindi i piselli ed il concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere d’acqua tiepida, aggiungere altri due bicchieri d’acqua, aggiustare di sale e di pepe e fare cuocere a fuoco lento. Se vediamo che asciuga troppo aggiungere dell’acqua calda.
Formatura dell’arancino

L’arancino così formato va poi passato in una pastella leggera (lega), fatta da acqua e farina e un uovo, piuttosto liquida

e poi nel pangrattato.

Siamo così pronti per la frittura, fare in modo che le arancine vengano completamente sommerse dall’olio,

farle imbiondire, ed appena avranno assunto quel bel colore dorato tirarle fuori e farle intiepidire su della carta assorbente.

Un anno di cook&comics

Ciao a tutti da Cook&Comics!

Scusateci per i pochi post pubblicati negli ultimi mesi da settembre ne faremo di piú. Se ci avete seguito saprete che questo mese il sito compie il suo primo anno di vita, con questo post vogliamo raccontare come abbiamo vissuto questo anno con cookandcomics e ringraziare chi ci ha seguito.
Damiano
Per me é stato mitico avere un blog perché nn ne avevo mai avuto uno, ogni mese quando prendevo in mano il pc e cominciavo a scrivere mi sentivo super. Ricodo ancora l’anno scorso quando seduti fino alle 3 di notte a programmare quel sito immaginavo la scena.
Inoltre durante l’anno il sito é cresciuto e migliorato, abbiamo avuto una newsletter e una pagina facebook. Come ultima cosa voglio ringraziare chi ci ha seguito questo anno e spero di continuare a farlo. Mi raccomando lasciate un commento ogni volta che leggete un post e che dire…… Buon compleanno cook&comics.

Flavia

Si, ci siamo…cook&comics compie il suo primo anno di vita! In quanto web master mi sento un pò come la sua mamma..questi pochi giorni al mare ci hanno ricordato com’è iniziata questa avventura, le aspettative e la fantasia che galoppava a mille un anno fa. È stato un anno divertente e a tratti entusiasmante, pensiamo di introdurre nuovi elementi nel blog secondo le passioni del momento ma non trascureremo mai la cucina e i fumetti che continuano ad ispirarci sempre! Non voglio spoilerare quindi continuate a seguirci e vedrete! Vi lascio con un BUON COMPLEANNO da e per Cook&Comics!