AVENGERS ENDGAME: LA FINE DEI CINECOMICS?

E’ scoccata la settimana finale per il film più atteso dell’anno e Internet è già da tempo ricolmo di ipotesi, teorie, analisi e chi ne ha più ne metta. Per questo motivo noi di Cookandcomics abbiamo deciso di scrivere un articolo un po’ diverso, infatti non parleremo del film bensì dell’effetto che avrà su un settore cinematogafico ormai tra i più ricchi del mondo: Quello dei Cinecomics.

Il CEO della Disney ha  affermato di star discutendo migliaia di personaggi e  di voler andare avanti all’infinito con il progetto Marvel o almeno fin quando il Botteghino ripagherà a dovere  i film prodotti. Non si può negare che l’abbia fatto, almeno in questi 11 anni dall’uscita di Iron Man, ma adesso che quel ciclo sta per chiudersi non si è più tanto sicuri che il successo continui. Innanzitutto la Marvel ha già utilizzato tutti i personaggi più celebri e famosi della sua storia per mettere in piedi il grandioso MCU. Questo porterà la  casa editrice a fare una scelta: usufruire di nuovi personaggi meno famosi, ricominciare da capo o continuare a produrre film sugli stessi, attingendo da filoni narrativi diversi. Utilizzare nuovi soggetti è sicuramente più conveniente che  produrre  sequel perchè permette di sfruttare nuovi filoni narrativi senza incorrere nel “già visto” e di conseguenza  avere maggiori probabilità di guadagno; ma c’è il grosso rischio che l’interesse del pubblico possa calare nei confronti di film ricavati dai fumetti meno conosciuti di casa Marvel. Questo non avverrà subito dopo Endgame, l’eredità lasciata dal primo ciclo non si dileguerà subito bensì, credo, si affievolirà lentamente finchè tra qualche anno i Cinecomics torneranno ad essere un settore di nicchia quali erano fino a circa 15 anni fa. Non possiamo sapere se questa pellicola decreterà la fine dell’universo cinematografico più grande mai creato ma possiamo essere sicuri che la Marvel ci riserverà un finale spettacolare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno

Oggi ci è capitato per le mani il dvd, si esistono ancora, di un film stupendo del 1991 “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” (Fried Green Tomatoes) , e allora cosa potevamo fare se non guardarlo? Ed eccoci catapultati nel magico mondo di Idgie Threadgoode interpretata da Mary Stuart Masterson. La storia ruota attorno alla vita di diversi personaggi degli anni trenta abitanti dell’Alabama negli Stati Uniti d’America,  non mancano suspance, amore, amicizia e persino un omicidio! Ma quello che ci piace di più sono i sentimenti che questo film ci ispira fin dal primo fotogramma. Protagonista di tutto il film è l’amicizia profonda tra le due protagoniste Idgie e Ruth (interpretata dalla fantastica Mary-Louise Parker).  Un’altra cosa che ci piace tanto è il cast a dir poco stellare di questo fim, infatti oltre a Mary Stuart Masterson e a Mary-Louise Parker le altre interpreti di questo film sono Jessica Tandy ,che interpreta Ninny Threadgoode,(Premio Oscar per A spasso con Daisy) e  Kathy Bates, che interpreta Evelyn Couch, (Premio Oscar per Misery non deve morire)!

pomodori-verdi-fritti-alla-fermata-del-treno

Evelyn Couch e suo marito Ed si recano in una casa di riposo dove alloggia la zia dell’uomo, qui viene adocchiata da un’anziana ospite della struttura, Ninny, che intavola con lei una conversazione.

Ninny inizia così a raccontarle una storia avvenuta molti anni prima: la storia di amicizia di due giovani donne anticonformiste, Idgie e Ruth, che nel cuore del sud degli Stati Uniti degli anni trenta, ebbero il coraggio di ribellarsi alla prepotenza maschile e al razzismo dilagante. Ninny racconta a Evelyn del Whistle Stop Café, gestito dalle due donne, e dall’amore che lega Idgie e Ruth fino alla fine.

Con questo racconto le emozioni e gli stati d’animo che affollano la vecchia signora riescono a entrare nella vita di Evelyn, che rinascerà e riscoprirà il piacere di sentirsi viva e di aggiustare ciò che nella sua vita non va come lei vorrebbe.

CURIOSITA’

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è un romanzo di Fannie Flagg del 1987.

Best seller internazionale, pubblicato per la prima volta in Inghilterra dalla casa editrice Random House, da cui è stato tratto il film del 1991 Pomodori verdi fritti alla fermata del treno.

Pollo fritto all’americana

Oggi ci siamo tolti uno sfizio sfizioso! Abbiamo fatto il pollo fritto!! Provateci anche voi è semplicissimo da fare e molto buono!

Allora vi serviranno:

  • Pollo (coscia, sovracoscia e/o ali) calcolate circa 300 gr a persona
  • 250 ml di Latticello (Buttermilk) se non lo trovate al supermercato potete mischiare insieme 125gr di yogurt bianco magro e 125 ml di latte scremato
  • 250 gr di farina
  • Paprika forte in polvere almeno un cucchiaio
  • almeno 1 litro di olio per friggere
  • sale e pepe

Immergete il pollo nel Buttermilk e lasciatelo macerare renderà la carne più morbida.

20161217_203713.jpg

Nel frattempo mettete la farina in una busta di plastica tipo domopak e unite la Paprika il Sale ed il Pepe nella quantità desiderata. Mettete il pollo nel sacchetto con la farina, chiudete bene ed agitatelo energicamente ( vi consiglio di fare un pezzo alla volta).

20161217_204528.jpg

Disponete il pollo infarinato su un foglio di carta da forno e lasciate riposare.

20161217_205101.jpg

Intanto versate l’olio in una casseruola in modo che sia a metà della pentola. Fate scaldare molto ma senza bruciarlo, immergete uno stuzzicadenti, quando sfrigolerà l’olio avrà raggiunto la temperatura giusta.

20161217_211612.jpg

Immergete i pezzi di pollo e a fuoco vivace rigirateli spesso per i primi 4 minuti di cottura, appena ottenuta una leggera doratura abbassate la fiamma e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere per 25 minuti trascorsi i quali togliete il coperchio e riportate la fiamma ad un livello vivace e fate cuocere per altri 5 minuti.

Togliete dal fuoco e scolate il pollo su carta assorbente.

20161217_215536.jpg

Buon Appetito da Cook&Comics!!

Un anno di cook&comics

Ciao a tutti da Cook&Comics!

Scusateci per i pochi post pubblicati negli ultimi mesi da settembre ne faremo di piú. Se ci avete seguito saprete che questo mese il sito compie il suo primo anno di vita, con questo post vogliamo raccontare come abbiamo vissuto questo anno con cookandcomics e ringraziare chi ci ha seguito.
Damiano
Per me é stato mitico avere un blog perché nn ne avevo mai avuto uno, ogni mese quando prendevo in mano il pc e cominciavo a scrivere mi sentivo super. Ricodo ancora l’anno scorso quando seduti fino alle 3 di notte a programmare quel sito immaginavo la scena.
Inoltre durante l’anno il sito é cresciuto e migliorato, abbiamo avuto una newsletter e una pagina facebook. Come ultima cosa voglio ringraziare chi ci ha seguito questo anno e spero di continuare a farlo. Mi raccomando lasciate un commento ogni volta che leggete un post e che dire…… Buon compleanno cook&comics.

Flavia

Si, ci siamo…cook&comics compie il suo primo anno di vita! In quanto web master mi sento un pò come la sua mamma..questi pochi giorni al mare ci hanno ricordato com’è iniziata questa avventura, le aspettative e la fantasia che galoppava a mille un anno fa. È stato un anno divertente e a tratti entusiasmante, pensiamo di introdurre nuovi elementi nel blog secondo le passioni del momento ma non trascureremo mai la cucina e i fumetti che continuano ad ispirarci sempre! Non voglio spoilerare quindi continuate a seguirci e vedrete! Vi lascio con un BUON COMPLEANNO da e per Cook&Comics!